Gira che ti rigira…

 

di Pierluigi Piccini

Proviamo a ragionare intorno a questa frase apparsa oggi in un quotidiano nazionale: “se si personalizza il problema, esso cessa di essere inteso come sistematico”. Quindi, la personalizzazione è usata politicamente per nascondere la sistematicità dei problemi. Ne sanno qualcosa Mussari e Ceccuzzi che sono diventati gli unici responsabili di tutto il disastro cittadino legato alla Banca, alla Fondazione e alla gestione politica di quegli anni. In compagnia, si, di qualcun altro, ma, quasi sempre, quest’ultimi, in posizione defilata o in ruoli subordinati. Ceccuzzi si ribella a tale ipotesi chiedendo che si faccia chiarezza per gli anni della sua gestione politica e come tale gestione non sia il frutto solo della sua persona, ma di un vero e proprio sistema. Mussari da dopo l’articolo sul settimanale del Corriere della Sera, tace. Dunque, nessuno raccoglie la richiesta di Ceccuzzi. Nessuno la vuole raccogliere perché tale ipotesi fa comodo e nella comodità riappaiono i personaggi del vecchio sistema, vestiti di “nuovi” panni. Gli “innovatori” sarebbero quelli che si preparano al secondo turno per le amministrative che dovranno venire; quegli stessi che hanno ricoperto incarichi di grande prestigio, ma che, sbadati, non si sono accorti di nulla: i lâche.

Guarda caso la stessa cosa sta avvenendo con Valentini e il suo mandato di sindaco di Monteriggioni. L’indice è puntato e la colpa, di tutti gli errori compiuti in quel Comune, è sua o al massimo dell’assessore all’Urbanistica. Tutto ciò sarebbe accettabile se il problema fosse circoscrivibile a un singolo episodio, ma la realtà è un’altra: siamo a conoscenza di tre episodi già accertati e da come si legge, di altri che sembrano in procinto di essere svelati. Quindi, è un modo di gestione: un sistema. E i sistemi nel caso dell’urbanistica coinvolgono imprenditori, architetti, ingegneri, costruttori, coop di costruzione e via discorrendo non circoscrivibili esclusivamente al comune limitrofo a Siena. Quindi un vero e proprio mondo di operare che ha un referente. I due fatti sopra ricordati, quello della finanza e quello dell’urbanistica a Monteriggioni hanno un elemento in comune: il Pd. Partito che si difende dietro i soliti luoghi comuni, quelli tipici in casi come questi, che si smarrisce dentro le parole dei comunicati stampa, che non riesce a fare chiarezza e decidere per una vera e propria discontinuità. Se il problema fosse quello legato ad un singolo partito, anche se di maggioranza relativa, sarebbe poco male, la questione è decisamente più grave perché coinvolge le istituzioni e l’immagine stessa di Siena. Città che a causa della cattiva gestione politico-istituzionale sta perdendo o ha già perduto molto del suo prestigio.

Così come ormai è chiaro a cosa è servito il Valentini, la difesa d’ufficio del Pd nei suoi confronti lo rende palese: Valentini è stato usato strumentalmente per poter continuare nella gestione del sistema di potere (di quel che è rimasto) del Pd. Valentini non ha operato nessuna discontinuità con il passato e ora si rifugia sotto l’ala protettrice di un partito vecchio nei contenuti e disorientato. Anche chi lo ha voluto e che ora siede con lui in giunta non ha fatto altro che riprodurre le solite alleanze dei soliti, magari con la variante dei figli e delle figlie al posto dei padri. La riedizione di quel groviglio che ha cambiato qualche faccia, che ha perduto importanti punti di governo, ma che continua a bloccare il cambiamento. Un cambiamento che non è fatto da qualche parola in inglese o da qualche nome di facciata, ma dalla capacità di incidere nei gangli delle rendite parassitarie cittadine per aprire processi nuovi.

È da troppo tempo che la città è in una situazione di stallo perché chi ha gestito si rifiuta di raccontare la verità su ciò che è accaduto o che sta avvenendo (Monteriggioni). Dirigenti e amministratori che si trincerano dietro una ragione di stato come se ancora ce ne fosse qualcuna da difendere; come se ci fosse ancora un patrimonio da salvaguardare. Il garantismo viene usato come alibi per difendere alcuni iscritti da vicende che hanno, si, a che vedere con le indagini della magistratura, ma che molto hanno a che fare con un sistema di gestione della politica e del potere. Con quest’ultime il Pd avrebbe dovuto già da tempo fare i conti, pena un suo allontanamento dall’elettorato, un restringimento degli iscritti e cosa più grave, almeno per me, una marginalizzazione di Siena

3 Replies to “Gira che ti rigira…”

  1. QUOTO !

    Vedere anche: http://www.eddyburg.it/2015/12/milano-citta-dei-balocchi-come-firenze.html

    Nessuna analogia con l’area del Palazzo nuovo della Provincia e quella confinante ?

    I piani fittiziamente interrati esistono, o meglio vengono rilevati, solamente a Uopini nell’area del Graziano Bari ? Le aree dove hanno operato il PARRI o la EACOS o le ditte affiliate sono tutte perfette, non ci sono piani falsamente interrati?

    "Mi piace"

  2. QUANDO C’E’ DI MEZZO LA RESPONSABILITA’ ERARIALE FINISCONO ANCHE LE ADERENZE?

    Dall’albo pretorio on line del Comune di Monteriggioni:

    DELIBERAZIONE N. 40 DEL 10/04/2015
    “OGGETTO: AFFARI LEGALI – RICORSO ALLA C.T.P. DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE COSTONE – RICREATORIO PIO II CONTRO AVVISO DI
    ACCERTAMENTO ICI N. 398 DEL 10-12-2014 RELATIVO ALL’ANNO 2009 –
    AUTORIZZAZIONE AL SINDACO A COSTITUIRSI IN GIUDIZIO”.
    (pubblicazione all’albo pretorio dal 29/4/2015 al 31/12/2020)

    LA GIUNTA COMUNALE

    Premesso che in data 23/12/2014 questo Comune aveva notificato al COSTONE-RICREATORIO PIO II – in conseguenza della omessa presentazione della dichiarazione e dell’effettuazione del conseguente errato versamento – l’avviso di accertamento ICI n. 398 del 10-12-2014 relativo all’anno 2009, per un importo complessivo di € 60.485 comprensivi di sanzioni ed interessi;

    Dato atto che avverso il provvedimento di cui sopra, la suddetta Associazione ha presentato in data 20-02-2015, con prot. n. 2196, ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Siena;

    Considerato che l’Ufficio Tributi ritiene corrette le motivazioni che hanno portato all’emissione dell’atto soprarichiamato e, di conseguenza, ritiene indispensabile la costituzione in giudizio dell’Ente per la difesa del proprio operato;

    Ritenuto opportuno – stante l’entità dell’importo contestato e la complessità della materia in oggetto – affidare la consulenza legale e la tutela e rappresentanza del Comune dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Siena ad un professionista esperto in materia tributaria;

    Richiamato:
    – il vigente Regolamento comunale per il conferimento degli incarichi esterni all’Amministrazione approvato con deliberazione della G.C. n. 85 in data 30.04.2008 e successive modificazioni;
    – la deliberazione G.C. n. 37 del 13-03-2009 “Atto di indirizzo per la formazione di un elenco di professionisti da utilizzare per il conferimento degli incarichi legali per la consulenza legale e per la tutela e rappresentanza del Comune dinanzi alle autorità giudiziarie”;
    – l’elenco dei professionisti accreditati per l’affidamento di incarichi legali, approvato con determina n. 499/2013 ed aggiornata con determina n. 64/2014;

    Ritenuto opportuno avvalersi, per la difesa legale, dell’Avvocato Alberto Bianchi del Foro di Firenze quale professionista esterno esperto per l’assistenza tecnica di questo Comune;

    Visto l’art. 3, commi 55 e 56 della legge 24.12.2008, n. 244 come successivamente modificato dall’art. 46 della legge n. 133/08 (conversione del D.L. n. 112/08) ;

    Vista la circolare n. 2 in data 11.03.2008 del Ministero della Funzione Pubblica ad oggetto: “Legge n. 244/07 disposizioni in materia di collaborazioni esterne”;

    Visto il D. Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii;

    Visto lo Statuto dell’ Ente ed in particolare l’art. 22;

    Visto l’ art. 48 del d. lgs. 267/2000;

    Visto l’ art. 50 del d. lgs 18/08/2000 n. 267;

    Con voti unanimi resi nei modi e forme di legge,

    DELIBERA
    1. di autorizzare per quanto in narrativa il Sindaco pro-tempore di questa amministrazione a costituirsi in giudizio in opposizione al ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale promosso dall’Associazione COSTONE-RICREATORIO PIO II,;

    2. di conferire all’Avvocato Alberto Bianchi – con studio in Via Palestro 3 50123 Firenze c.f.: 05204730484 l’ incarico per l’ assistenza tecnica, la rappresentanza, la difesa legale dell’ ente nell’opposizione al ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale notificato a questa amministrazione in data 20/02/2015 al prot. n. 2196 e promosso dall’Associazione COSTONERICREATORIO PIO II, contro il comune di Monteriggioni, riconoscendo, al legale incaricato, ogni più ampio potere compreso quello di farsi sostituire, eleggere domicilio presso terzi, transigere, conciliare, rinunciare agli atti e/o accettare rinunce, riscuotere somme o rilasciare quietanze, proporre impugnazioni e chiamare terzi in causa;

    3. di trasmettere copia del presente atto, allo Studio Legale Alberto Bianchi incaricato per la tutela legale nel procedimento in oggetto;

    4. di dare atto che il relativo impegno di spesa, stimato in € 4.000,00 oltre spese generali, iva e c.a.p. sarà assunto sul capitolo 013800 del bilancio di previsione 2015, con apposita determina del competente responsabile.

    CIO’ che non viene reso noto è il contenuto dell’atto di accertamento di presunta evasione tributaria.

    Uno pseudo palazzetto dello sport che invece è composto da: una palestra per fisioterapia (affittata a terzi per svariate decine di migliaia di euro l’anno); un bar (anch’esso locato a terzi per svariate decine di migliaia di euro l’anno); una palestra fitness (anch’essa locata a terzi per svariate decine di migliaia di euro l’anno); un deposito affittato per incredibili usi assolutamente incompatibili con un palazzetto sportivo; l’appartamento del custode affittato a terzi per svariate migliaia di euro l’anno; un convitto composto da quasi dieci mini appartamenti.

    E qualcuno non dice che alla PARROCCHIA gestita da don ACAMPA, proprietaria formalmente del terreno, erano stati già abbonati con accordo stragiudiziale – IN EPOCA DI GIUNTA VALENTINI – oltre € 80.000 !!

    Si badi bene che il consiglio comunale approvò solamente un progetto per una palestra.

    NONOSTANTE CIO’ LA GIUNTA COMUNALE DI MONTERIGGIONI, apparentemente terza rispetto alla posizione del dominus Don Beppino, NONOSTANTE SIA STATA MESSA A CONOSCENZA DELL’ESISTENZA DI UN CENTRO POLIFUNZIONALE NON RISULTA CHE ABBIA PROVVEDUTO, in base al doveroso potere di sorveglianza sul funzionamento degli Uffici incombente sul Sindaco ai sensi del testo unico degli enti locali, A SEGNALARE FORMALMENTE LA COSA ALL’UFFICIO TECNICO COMUNALE PER I DOVEROSI ACCERTAMENTI DI POLIZIA EDILIZIA.

    CHE QUALCUNO FOSSE A CONOSCENZA CHE IL PALAZZETTO E’ INTERAMENTE ABUSIVO ? SPECIE SOTTO IL PROFILO PAESAGGISTICO PER AVER RILASCIATO IL COMUNE E LA SOPRINTENDENZA AUTORIZZAZIONI A COSE GIA’ FATTE ?

    FORSE E’ MEGLIO NON SVEGLIARE IL CAN CHE DORME, visto che anche la Procura della Repubblica pare non avere fretta nel concludere l’inchiesta per accertare lottizzazioni abusive al COSTONE.
    http://www.lanazione.it/siena/costone-palazzetto-procura-1.757378

    DON ACAMPA E’ UNA POTENZA !! NON DEVE ESSERE DISTURBATO !!
    NE VA DELL’INTEGRITA’ DEI PATTI LATERANENSI !!
    NE VA DEI BUONI RAPPORTI CON LA CHIESA SENESE, specie ora che per l’Anno Giubilare ha fatto il pienone !!
    http://www.lanazione.it/siena/giubileo-boom-porta-1.1568401

    MA COME E’ STATO RIPRESO BENE DON ACAMPA NELLE FOTOGRAFIE !!

    "Mi piace"

  3. DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MONTERIGGIONI N. 72 DEL 26/09/2007
    APPROVAZIONE VARIANTE SUAP AGLI STRUMENTI URBANISTICI PER LA CREAZIONE DELLA LOTTIZZAZIONE INDUSTRIALE LE FRIGGE

    “… Espone l’Assessore all’Urbanistica, Sig. Adriano CHIANTINI, il quale evidenzia che si tratta di una variante da Sportello Unico, la quale ha comportato un ampliamento di un area produttiva di Pian del Casone in località “Le Frigge”. E’ stata prodotta un’unica osservazione, dopo l’adozione, da parte dell’Amministrazione Provinciale, la quale ha richiesto un ulteriore studio (VIA). Attraverso questa variante si vanno ad insediare nella zona ben tre unità produttive (COMEGE, CAV, BANDINI FRUTTA). Si tratta di aziende, le quali comportano una notevole movimentazione di mezzi pesanti all’interno del centro di Poggibonsi; soprattutto per quanto riguarda la CAV, IL REALE PROBLEMA problema era quello di NON andare ad acquistare una zona già con vocazione ad insediamenti produttivi, la quale avrebbe sicuramente comportato un indice di copertura del 50%, il quale non sarebbe stato sicuramente consono alle effettive esigenze dell’azienda, la quale necessita solo di un area da adibire a parcheggio e alla manovra degli automezzi, CON IL RISCHIO, QUINDI, DI DOVER PAGARE l’area in una misura TROPPO ALTA rispetto al fabbisogno effettivo…”.

    UNA PARTE DEL TERRENO VERRA’ ACQUISTATA DALLA DITTA BANDINI DI POGGIBONSI CON ATTO AI ROGITI DEL NOTAIO MARIO ZANCHI DI SIENA.

    Repertorio n° 26148
    Raccolta n° 11033

    VENDITE

    REPUBBLICA ITALIANA

    L’anno duemilaotto (2008) il giorno diciassette (17) del mese di gennaio, in Colle di Val d’Elsa (SI) Piazza Spartaco Lavagnini n. 2/A, in una stanza d’ufficio.
    Davanti a me, Dottor Mario Zanchi, Notaio in Siena, iscritto al Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Siena e Montepulciano, con l’assistenza dei testimoni Signori: (…)
    (…)
    In esecuzione del contratto preliminare sottoscritto in data 5 settembre 2005 e registrato all’Agenzia delle Entrate – Ufficio Provinciale di Siena – in data 11 gennaio 2008 al n. 195 modello 3 ed a seguito di cessione di contratto preliminare intervenuta in data odierna in corso di registrazione, i Signori Bottin Eudilia e Ferrarese Luigi, quest’ultimo nell’ambito dell’omonima impresa agricola individuale “Ferrarese Luigi” e di cui sopra, per la quota di comproprietà indivisa pari ad un mezzo (1/2) ciascuno ed insieme e solidalmente tra loro per l’unità, vendono alla Società “BANDINI S.P.A.” con sede in Poggibonsi che, come sopra rappresentata, accetta ed acquista, in Comune di Monteriggioni (SI) Frazione Il Casone Località Le Mura: (…)
    I Signori Ferrarese Luigi e Bottin Eudilia richiedono di avvalersi per la determinazione del valore iniziale del bene agli effetti degli articoli 67 e 68 del D.P.R. n.917/1986 della disposizione di cui all’art.7 della legge 28 dicembre 2001 n.448 e successive proroghe e modifiche, dichiarando di aver all’uopo fatto predisporre dal Perito Edile Panichi Simone di Siena apposita perizia giurata in data 19 giugno 2006, cronologico n. 1.667/06, avanti al Cancelliere dell’Ufficio del Giudice di Pace di Poggibonsi, dichiarando di aver provveduto a corrispondere regolarmente l’imposta sostitutiva prevista da tale normativa nei termini in essa indicati.

    DOMANDE CHE SORGONO SPONTANEE:

    1) nel contratto pubblico di compravendita viene premesso che l’atto che si apprestano a stipulare costituisce esecuzione di un contratto preliminare fatto il 5/9/2005, ceduto il giorno stesso del contratto definitivo. Chi aveva stipulato il compromesso?
    R.: Mario GUIDI, nato e residente a Siena, non in proprio, ma nella sua qualità di legale rappresentante della società MARISTELLA.

    2) cosa poteva essere scritto nel preliminare di compravendita?
    R.: che il terreno era agricolo, ma che era intenzione delle parti procedere nella compravendita se diventava edificabile.

    3) a quale prezzo è stato promesso in vendita, e poi venduto, il terreno?
    R.: un terreno seminativo di circa 50.000 mq, cinque ettari, agricolo al momento del compromesso, è stato promesso in vendita, e venduto dopo la deliberazione comunale di concessione dell’edificabilità, a non meno di € 550.000,00. Ad un prezzo ad ettaro di € 110.000,00, contro un valore ad ettaro reale al momento del compromesso di non più di € 30.000,00.

    4) Chi è stato il mediatore?
    R.: l’Agenzia Immobiliare “Safim Consulting s.a.s.”, con sede in Colle di Val d’Elsa (SI) Piazza Lavagnini n.2/A, codice fiscale e partita I.V.A 00851120527, legalmente rappresentata dal Signor Casaccia Salvatore nato a Benevento il 27 febbraio 1941, residente a Colle di Val d’Elsa via Gobetti n. 8, iscritto al n. 233 del ruolo degli agenti
    di affari in mediazione presso la camera di Commercio della Provincia di Siena.

    5) Quante tasse sono state pagate?
    R.: qui la questione ha veramente del singolare, perché nel contratto c’è scritto: “I Signori Ferrarese Luigi e Bottin Eudilia richiedono di avvalersi per la determinazione del valore iniziale del bene agli effetti degli articoli 67 e 68 del D.P.R. n.917/1986 della disposizione di cui all’art.7 della legge 28 dicembre 2001 n. 448 e successive proroghe e modifiche, dichiarando di aver all’uopo fatto predisporre dal Perito Edile Panichi Simone di Siena apposita perizia giurata in data 19 giugno 2006, cronologico n. 1.667/06, avanti al Cancelliere dell’Ufficio del Giudice di Pace di Poggibonsi, dichiarando di aver provveduto a corrispondere regolarmente l’imposta sostitutiva prevista da tale normativa nei termini in essa indicati.

    AVETE CAPITO BENE??

    LA PERIZIA GIURATA CON IL VALORE DELLA COMPRAVENDITA STIPULATA IL 17.01.2008 E’ STATA FATTA IL 19.06.2006.
    CIOE’, PRIMA CHE IL TERRENO FOSSE RESO EDIFICABILE CON LA DELIBERAZIONE N. 72 DEL 26/9/2007 IL TECNICO (avente forse capacità divinatorie?) GIA’ ERA CERTO, TANTO CHE HA GIURATO, DEL VALORE EDIFICABILE DI UN TERRENO LEGALMENTE ANCORA AGRICOLO.

    MA ANCORA LA PROCURA DELLA REPUBBLICA NON PARE AVER VISTO NIENTE DI ILLECITO NELLA MANOVRA DELLA LOTTIZZAZIONE DELLE FRIGGE.

    MA LA SOCIETA’ MARISTELLA CHE FINE HA FATTO?
    MA LA SOCIETA’ BALZANA RE, che ha acquistato altri terreni della lottizzazione, CHE FINE HA FATTO? E’ FORSE FALLITA?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...