Via libera alla guardia costiera libica e ai campi dove rinchiudere i migranti. Al vertice di Roma sul Mediterraneo l’Europa torna a chiedere alla Libia di fermare i barconi ma per ora non mette soldi. E il «premier» Sarraj a Tripoli resta sotto attacco armato delle milizie.