Ho l’impressione che con queste teorie si vada dritto, dritto in bocca alle nuove forme di accumulazione del capitale, basate proprio sulla bio-economia.

La società circolare. Fordismo, capitalismo molecolare, sharing economy.

Questo libro intende offrire strumenti e visioni per interpretare l’Italia contemporanea. Dopo la lunga stagione del fordismo novecentesco imperniato sulla dialettica capitale-lavoro e quella del postfordismo basato sull’egemonia della micro e piccole impresa territorializzata, siamo oggi entrati in una nuova fase, quella dell’economia circolare, nella quale la nostra socialità è alla base della creazione del valore economico. In questo contesto cambia la relazione tra economia, società e istituzioni regolative. Non più la verticalità del fordismo che includeva con il welfare e i diritti, non più l’orizzontalità dell’economia diffusa che includeva con il fare impresa, bensì la circolarità tra il nostro essere, il nostro sentire, il nostro pensare, connesso senza mediazioni al grande gioco dei flussi globali, dove non è chiaro se il destino individuale e collettivo si configuri come ruota della fortuna o come ruota del criceto.

 

“Alleanza di sinistra unita. e plurale” Martedì il battesimo anche a Siena.

Martedì 11luglio alle ore 21 nella sala di Palazzo Patrizi in via di Città 75, la prima tappa per costruire anche nel territorio senese “una grande proposta politica. Un progetto che costruisca il futuro sull’ economia della conoscenza, su un modello di sostenibilità e di economia circolare, non sul mero profitto, non sulla distruzione delle risorse del pianeta, non sull’egemonia dei mercati sui diritti e sulla vita delle persone…”.

One Reply to “Ho l’impressione che con queste teorie si vada dritto, dritto in bocca alle nuove forme di accumulazione del capitale, basate proprio sulla bio-economia.”

  1. Occorrerebbe iniziare con il promuovere le proposte di finanziamento di imprese impegnate nell’ambito dell’economia circolare con progetti finanziati con fondi U.E. (così come si sta già facendo all’interno dell’area della macroregione alpina EUSALP) in modo che diventi finalmente realtà.
    Dando così l’effettiva possibilità di InserirLe in un sistema di sviluppo sostenibile.
    La realtà è che con una serie di artifizi si continua a promuovere “ricerca ed innovazione” ma sulla stagione del fordismo novecentesco imperniato sulla dialettica capitale-lavoro e quella del postfordismo basato sull’egemonia della micro e piccole impresa territorializzata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...